BookingPuglia.eu

Iscriviti alla newsletter

per essere sempre aggiornato 

BookingPuglia.eu

Gestisci una struttura ricettiva o un ristorante di qualità?

Contattaci e valuteremo la tua adesione >>>

Statuto

DELL'ASSOCIAZIONE MEDITERRANEA.


Denominazione - Sede e Scopo

Art. 1 - E' costituita l'Associazione Culturale: "Mediterranea"

Art. 2 - Essa ha sede in Casamassima, via Madrid o successivamente in altro luogo che il Consiglio Direttivo potrà deliberare.

Art.3 - L'Associazione non ha scopi di lucro, la finalità ultima è favorire la valorizzazione e la promozione del territorio, del turismo e dei prodotti/servizi di eccellenza legati al territorio stesso. L'associazione può svolgere marginalmente attività di tipo commerciale, ancorché legate ai suoi fini istituzionali (ad es. organizzazione di eventi, partecipazione a manifestazioni, organizzazioni di viaggi e soggiorni turistici, ecc.).

Art.4 - Le finalità principali dell'Associazione sono le seguenti:

-Promuovere e valorizzare la conoscenza del territorio

-Promozione turistica

-Promuovere le produzioni di beni/servizi di qualità del territorio

-Organizzare eventi e manifestazioni

-Creare rete di imprese


Esercizi Sociali e Quote

Art. 5 - Il patrimonio è costituito:

1.Dai beni mobili e immobili che diverranno di proprietà dell'associazione;

2.Da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

3.Da eventuali erogazioni, donazioni e lasciti.

Le entrate dell'Associazione sono costituite:

1.Dalle quote sociali e contributi volontari dei soci;

2.Da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale.

Art.6 - L'esercizio chiude al 31 dicembre di ogni anno. Entro quattro mesi dalla chiusura di ogni esercizio verranno predisposti dal Consiglio Direttivo il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo esercizio che dovrà essere approvato dall'assemblea.

Art.7 - E' fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi riserve o capitale durante la vita dell'associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Art.8 - E' fatto obbligo di devolvere il patrimonio dell'ente, in caso di suo scioglimento per qualunque causa, ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art.9 - Le quote e i contributi associativi sono intrasmissibili ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte. Quote e contributi non sono inoltre rivalutabili.


Soci

Art.10 - Sono associati,  privati ed aziende che sono interessati all'attività dell'Associazione e nello specifico alla valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti di qualità. I soci possono essere identificati in “soci professionali” o “soci non professionali. Possono divenire membri onorari tutti coloro che hanno contribuito in maniera meritoria nei confronti dell'associazione. I membri onorari non pagano quote associative o di partecipazione non hanno diritto di voto e non possono ricoprire cariche elettive. I membri onorari sono nominati dal Consiglio Direttivo su proposta di qualunque associato

Art.11 - Le domande di ammissione dei nuovi membri devono essere indirizzate al Presidente ed approvate dal Consiglio Direttivo. La quota associativa dovuta dai membri sarà determinata al termine di ogni anno sociale dal Consiglio Direttivo sulla base del consuntivo approvato.

Art. 12 - La quota associativa dovrà essere versata in un'unica soluzione all'atto dell'entrata dell'associazione ed entro 30 giorni dall'inizio dell'anno solare.

Art. 13 - La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni, morosità ed indegnità: La morosità verrà dichiarata dal Consiglio Direttivo, l'indegnità verrà sancita dall'Assemblea dei soci su proposta del Consiglio Direttivo. L'associato escluso, o che abbia perso i requisiti di socio, non ha diritto al rimborso dei contributi versati né all'abbuono di quelli dovuti per l'esercizio in corso. E' facoltà del Consiglio Direttivo procedere alla sospensione temporanea, o all'esclusione di un socio che sia sottoposto a procedimenti giudiziari, o che stia svolgendo attività che possano recare danno all'associazione o che siano in contrasto con quanto stabilito dal presente statuto.


Organi

Art.14 - L'Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo, di seguito definito Consiglio, composto da tre a cinque membri eletti dall'assemblea dei soci. In caso di dimissioni, perdita del requisito di socio o decesso di un consigliere, il Consiglio alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima assemblea annuale. Nessun compenso è dovuto ai membri del consiglio, salvo il rimborso delle spese documentate sostenute nell'esercizio delle proprie funzioni.

Art.15 - Il Consiglio elegge o nomina il Presidente, il segretario ed il Tesoriere,  queste ultime due cariche potrebbero anche essere ricoperte dalla medesima persona.

Art.16 - I Consiglieri durano in carica quattro anni.

Art.17 - Il Consiglio è convocato con qualsiasi mezzo di comunicazione, purché con preavviso di almeno cinque giorni, dal Presidente o quando ne facciano richiesta almeno tre consiglieri e comunque almeno una volta all'anno per deliberare in ordine al consuntivo ed al preventivo ed all'ammontare della quota sociale. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva, anche in teleconferenza, dei membri del Consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti, in caso di parità prevale il voto di chi presiede. Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale, che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Presiede il Consiglio il Presidente o, in sua assenza un vice delegato.

Art.18 - Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'associazione, senza limitazioni. Esso procede pure alla predisposizione di un eventuale regolamento per il funzionamento dell'Associazione, la cui osservanza è obbligatoria per gli associati.

Art.19 - Il Presidente, rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti dei terzi e, in giudizio, cura l'esecuzione dei deliberati dell'Assemblea e del Consiglio, nei casi di urgenza, può esercitare i poteri del Consiglio, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione. Il Presidente, in solido con il Consiglio Direttivo, risponde a tutti gli effetti di Legge degli atti che implicano la responsabilità nell'ambito associativo e dei rapporti esterni della Società.


Assemblee

Art.20 - L'assemblea è l'organo sovrano dell'Associazione. I soci sono convocati dal Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale mediante pubblicazione online o affissione nell'albo dell'Associazione dell'avviso di convocazione contenente l'ordine del giorno, almeno cinque giorni prima di quello fissato per l'adunanza. L'assemblea deve essere anche convocata dal Consiglio su domanda motivata e firmata da almeno un decimo dei soci.

Art.21 - L'assemblea ordinaria delibera su bilancio consuntivo e preventivo, sugli indirizzi e direttive generali dell'Associazione, sulla nomina dei componenti il Consiglio Direttivo e su tutto quant'altro a lei demandato dalla legge, dallo Statuto o dallo stesso Consiglio Direttivo.L'assemblea straordinaria delibera sulle modificazioni dello Statuto e sullo scioglimento dell'Associazione.

Art.22 - Hanno diritto di intervenire all'assemblea tutti i soci in regola con il pagamento della quota annua di associazione. Ai fini del diritto di voto vige il principio del voto singolo di cui all'art. 2532 C.C.

Art.23 - L'assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio, in mancanza dal Vice delegato o da un membro del Consiglio Direttivo. Il Presidente nomina un segretario e, se lo ritiene il caso, due Scrutatori. Spetta al Presidente dell'Assemblea constatare il diritto di intervento all'assemblea. Delle riunioni di assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente e dal Segretario ed eventualmente dagli Scrutatori.

Art.24 - L'assemblea ordinaria in prima convocazione e in seconda convocazione ha i seguenti quorum: In prima convocazione:

1. quorum costitutivo: 50% degli associati con diritto di voto;

2. quorum deliberativo: 51% degli aventi diritto di voto intervenuti.

In seconda convocazione:

1. quorum costitutivo: qualunque sia il numero degli intervenuti con diritto di voto;

2. quorum deliberativo: 51% degli aventi diritto al voto intervenuti.


L'assemblea straordinaria in prima convocazione e in seconda convocazione ha i seguenti quorum: In prima convocazione:

1. quorum costitutivo: 75% degli associati con diritto di voto;

2. quorum deliberativo: 51% dei soci intervenuti con diritto di voto.

In seconda convocazione:

1. quorum costitutivo: qualunque sia il numero degli intervenuti con diritto di voto. Tuttavia anche in seconda convocazione il quorum costitutivo è rappresentato dal 75% degli associati per le deliberazioni concernenti il cambiamento dell'oggetto sociale e lo scioglimento;

2. quorum deliberativo: 51% degli aventi diritto al voto intervenuti.


Un socio può delegare, in forma scritta, un altro socio al voto. Ogni socio può assumere un massimo di due deleghe.(non più di tre voti a persona)

BookingPuglia.eu è un portale di promozione, le offerte sono pubblicate direttamente dalle strutture, pertanto si declina ogni resposabilità riguardo ai contenuti.

© Copyright  2016 Bookingpuglia.eu. All rights reserved​ ​- VAT MT2188543​ ​​Website  PRONTO STUDIOS